Università di Napoli
Federico II
European Chemistry
Thematic Network
INDICE | Commenti e contatti | Crediti
english home

La Chimica è ambiente

Chimica e inquinamento

"... la chimica lebbra distrugge la vita nei fiumi ..."
        Eppure soffia - Pierangelo Bertoli

Lo smodato consumo delle risorse del pianeta ed una politica industriale poco sensibile all’ambiente hanno sostanzialmente contribuito all’inquinamento del nostro pianeta anche se, nella percezione comune, la principale responsabile del dissesto ecologico è la chimica.

Questa visione è probabilmente dettata dal sostanziale contributo della chimica nello sviluppo industriale.

Dalla raffinazione del petrolio (da cui ogni giorno otteniamo il carburante per la nostra auto, il gasolio per il riscaldamento ed il bitume per l’asfalto stradale) alla produzione delle "plastiche" la chimica dà il suo sostanziale contributo.





La chimica può curare l'ambiente?

Oggi nessuno degli abitanti di questo pianeta sarebbe disposto a rinunciare ai benefici ricevuti dal progresso chimico nell’industria (farmaci, carburanti, oggetti per ogni foggia e funzione realizzati in materiale plastico).
Tutti, però, vorrebbero preservare l’ambiente.
E' possibile conciliare queste due richieste?

E' possibile intervenire nella catena produttiva con un "occhio" più attento alla salvaguardia dell’ambiente, modificando i cicli produttivi più inquinanti e sostituendoli con nuove tecnologie più pulite.

Inoltre, lo sviluppo di nuovo prodotti, la cui degradazione nell’ambiente sia più facile e relativamente veloce (plastiche biodegradabili) o siano ottimizzati per un successivo riciclo, dà una mano alla riduzione dell’inquinamento.

La conoscenza Chimica serve per la cura dell’ambiente

Parallelamente la chimica può aiutare l’ambiente "curandolo". Infatti un’approfondita conoscenza chimica può intervenire nell’individuazione e nella valutazione del rischio ambientale e nella ricerca dell’opportuno "vaccino". Forse non è nota a tutti l’importanza della conoscenza chimica in impianti di depurazione (per esempio delle acque reflue) o nell’abbattimento di fumi e polveri da impianti industriali o dalla marmitta della nostra auto.

Ecocompatibilità, riconversione della materia, risparmio energetico e nuove applicazioni sono le basi su cui la chimica si muove nell’ opera di prevenzione e salvaguardia del territorio e delle risorse.